[vc_row][vc_column][us_single_image image=”10910″][vc_column_text] Essere VEGANI significa avere rispetto per tutte le forme di vita sulla terra, amore per gli animali e compassione per la loro sofferenza.

Significa essere contrari alla crudeltà, alla violenza e alla violazione dei diritti degli animali.

Ma sopratutto significa amare e rispettare Se Stessi e la propria salute.

Essere Vegani presuppone che non sia affatto naturale mangiare il cadavere di qualcuno! Nè sfruttare la loro vita per ricavarne prodotti di massa.

Il latte di un gatto, per esempio, serve a nutrire il suo cucciolo. Quello di una mucca è stato progettato da Madre Natura per trasformare un vitellino in una giovane mucca da 200 kg. Non c’è niente in quel liquido bianco che serva davvero a un essere umano!

Ma si può manipolare la mente umana a tal punto da farci credere che senza latte e senza carne i bambini saranno sottosviluppati e gli adulti privi di forze o addirittura ammalati!

Il mondo intero si sta ammalando e sta morendo prematuramente, mentre vegani e fruttariani superano spesso i 100 anni di vita!

Certo, è più facile storcere il naso, girare la testa dall’altra parte ed essere volutamente ciechi e insensibili, nascondendosi dietro alibi creati da un intero sistema malato e poco consapevole, senza mai riflettere sul il diritto di ogni essere alla vita.

Sia chiaro: non stiamo accusando nessuno, nemmeno una singola anima che sta vivendo ancora il suo sogno.

Il nostro intento è risvegliare la coscienza globale attraverso le singole persone. Presto la sua forza sarà così potente che le illusioni crolleranno e tutti vedranno chiaramente la realtà per quella che è.

Fermati e, ascoltando il tuo cuore, fai caso alla tua dipendenza dai modelli ereditati dagli altri, alla tua debolezza quando ti lasci controllare e non ti prendi la responsabilità della tua vita.

Pensaci un attimo: i bambini sanno cosa mangiano?

Il pollo, la carne, il prosciutto, i wurstel… se fossimo sinceri e gli dicessimo che ciò che gli diamo una volta era la coscia di un pulcino, la spalla di un maialino, il fegato di una mucca, di un animale vivo con sangue simile al nostro… pensi che una meravigliosa creatura così giovane, non ancora manipolata, ancora così connessa con Dio e con Tutto Ciò Che É, aprirebbe davvero la bocca per mangiarlo?

Mai.

E spesso neanche noi ci rendiamo conto di quello che mettiamo in bocca! Perchè l’industria lo sa e tiene ben distanti il consumatore dalle origini del prodotto, disegnando sulle confezioni fattorie felici e ricche di verde mentre il contenuto proviene da un allevamento massivo in cui gli animali non hanno mai visto la luce del sole.

Cosa c’è dietro una salsiccia, una bistecca, una mortadella, un prosciutto, un wurstel?

C’è sofferenza, c’è violenza, c’è insensibilità, il tutto condito da una buona dose di ormoni, antibiotici e un sacco di altra roba chimica di cui il consumatore non saprà mai niente.

Puoi continuare a nascondere la testa sotto la sabbia, ma la dieta tradizionale (leggi: manipolata e distruttiva) è la causa di tutte le peggiori malattie degli ultimi due secoli: cancro, malattie cardiache, diabete, obesità , infertilità, allergie, malattie autoimmuni e la presenza di parassiti in ogni persona che si nutre di carne e pesce…

E non si tratta di teorie campate in aria ma di studi specifici che hanno restituito risultati concreti e inoppugnabili. Come quello dell’Organizzazione Mondiale della Sanità che ha portato la stessa a inserire la carne rossa conservata nel Gruppo 1, riservato alle sostanze più cancerogene per l’uomo, insieme all’alcool, alle sigarette, all’amianto e all’arsenico!

Perchè?

Perchè 800 studi su pazienti diversi hanno dimostrato una correlazione tra il consumo di carne rossa conservata e l’aumento del rischio del 18% di contrarre un tumore al colon retto.

Si, la carne rossa conservata è cancerogena, mentre quella fresca è „probabilmente” cancerogena, dice l’OMS.

Vuoi aspettare di scoprirlo?

Nessuno ti chiede di smettere oggi.

Neanche noi lo abbiamo fatto da un giorno all’altro. Ci sono voluti anni di ricerche e mesi per abituare gradualmente la mente al cambiamento.

Ciò che conta è che cominci a farti qualche domanda… guarda Ciò Che Sei davvero e trova nuove risposte.

Inizia a chiedere e a mettere in discussione tutto ciò che ti è stato insegnato. Lasciati ispirare da coloro che hanno già attraversato questo percorso e sono un esempio vivo di tutto ciò che vogliono insegnarti.

Siamo in molti, stiamo aprendo la strada alle prossime generazioni, perchè le persone abbiano la possibilità di vivere in modo diverso, in un mondo cruelty free basato esclusivamente sull’Amore.

Non è difficile: basta semplicemente lasciare che i tuoi occhi rimangano aperti quando il Cuore ti sta guidando.[/vc_column_text][/vc_column][/vc_row]